Recensione Escape Room

Cranio Creations vi sfida, riuscirete a risolvere tutti gli enigmi delle sue Escape Room?

In Italia il fenomeno delle Escape Room è abbastanza recente, difatti i primi locali specializzati hanno aperto verso il 2015. Il successo però è strato repentino e in poco tempo hanno aperto tantissime nuove escape room in quasi tutte le principali città.
Per chi non sapesse di cosa si tratta, le escape room sono delle esperienze dal vivo in cui si ha un unico obiettivo: scappare dalla stanza in cui si è rinchiusi. Per farlo bisogna risolvere una serie di codici, enigmi, rompicapo e indovinelli entro il tempo limite che in genere è di 60 minuti.
Le esperienze offerte dai vari locali possono essere molto differenti, non solo per la tipologia di rompicapo, ma anche per l’ambientazione. Difatti il bello di queste esperienze non è solo nella soluzione degli enigmi, ma è anche nella possibilità di calarsi in delle ambientazioni molto intriganti. Dopotutto di giochini mentali ne è pieno il web e ci si può cimentare in qualunque momento. Avere una ambientazione in stile gioco di ruolo, con un contesto, dei personaggi e un obiettivo invece crea tutto il fascino delle escape room.
Per giocare però non è necessario recarsi nei locali specializzati più vicini a casa. È possibile farlo anche grazie ai giochi in scatola, e Cranio Creations (e Identity Games) con Escape Room Il gioco ci mette alla prova con 4 differenti esperienze.

Escape Room: Il gioco

Che gioco è e come si presenta

Escape Room Il gioco è la trasposizione casalinga delle esperienze che si possono fare nei locali specializzati.
Il gioco è indicato per gruppi di massimo 6 persone ma volendo si può giocare anche da soli. Cosa che però sconsiglio, perché il bello delle escape room è farle in gruppo, senza contare che alcune fasi hanno molti enigmi da risolvere e fare tutto da soli è quasi impossibile.
La durata delle partite invece è di massimo 60 minuti e se non risolvete tutti gli enigmi entro l’ora avete perso.

La scatola è abbastanza voluminosa perché include il Chrono Decoder, un dispositivo elettronico che serve sia per scandire il tempo sia per verificare se le nostre soluzioni sono corrette o meno.
Segnalo che il Chrono Decoder ha bisogno di 3 pile stilo per funzionare, quindi se acquistate il gioco e non avete pile in casa prendete anche quelle. Perché non c’è niente di peggio di dover rimandare una partita perché non si hanno le pile (ma avere tanti telecomandi e controller aiuta… ).
Il Chrono Decoder è molto semplice da usare. Ha un unico tasto che fa partire il conto alla rovescia di 60 minuti e ha quattro spazi in cui inserire delle chiavi per risolvere i vari rompicapo. Differenti segnali sonori indicano se la sequenza di chiavi è corretta o errata. Inoltre sui lati del dispositivo sono presenti alcuni cifrari che possono tornare utili durante le partite.

Le chiavi sono 16 e sono quasi uguali tra loro. Ognuna mostra un numero, una lettera e una forma geometrica. Il compito dei giocatori è capire quale “valore” considerare, trovare le 4 chiavi e anche capire il giusto ordine.
Per quanto riguarda gli altri materiali sono quasi tutti cartacei e sono molto vari in base agli enigmi che propone il livello.

Il gioco include 4 differenti livelli con differenti ambientazioni e una difficoltà crescente.

Escape Room: Evasione

Evasione: Ci troviamo in prigione, ingiustamente incolpati per un crimine che non abbiamo commesso. Tra 60 minuti le guardie passeranno di nuovo per la ronda, riusciremo ad evadere in tempo? Difficoltà 2 su 5.

Escape Room: Virus

Virus: Siamo bloccati in un laboratorio chimico dopo che si è rotta un’ampolla contenente una sostanza mortale. Abbiamo 60 minuti per capire come aprire le porte del laboratorio e raggiungere l’antidoto. Difficoltà 2 su 5.

Escape Room: Countdown nucleare

Countdown Nucleare: Una centrale nucleare è sull’orlo di una catastrofe e solo noi e i nostri compagni possiamo impedirla. Il tempo però stringe, mancano 60 minuti al disastro. Difficoltà 3 stelle su 5.

Escape Room: Il tempio azteco

Il tempio azteco: Avventurarsi in luoghi antichi in cerca di tesori è allettante, un po’ meno superare tutte le insidie mortali disseminate sulla via di uscita. Difficoltà 4 stelle su 5.

Come si gioca a Escape Room

Escape Room Il gioco non ha un vero proprio regolamento. Le regole servono solo per spiegare la struttura dei livelli, come usare il Chrono Decoder e le chiavi e poche altre basilari informazioni.
Ogni livello è strutturato in 3 fasi, ognuna delle quali richiede una sequenza di 4 chiavi. Quando la sequenza è corretta si può passare alla fase successiva.

Escape Room - Chrono Decoder

I materiali da usare nelle 3 fasi sono divisi e imbustati separatamente, quindi come procedere nei livelli è semplice e non ci possono essere equivoci. Quelli abbondano nella risoluzione dei vari enigmi.
La terza sequenza di chiavi è quella conclusiva e se la trovate prima della fine dei 60 minuti avete avuto successo.
L’unica interazione da fare con il Chrono Decoder è proprio l’inserimento delle chiavi e vanno inserite sempre una dopo l’altra da sinistra a destra. Quando si sente l’effetto sonoro di successo si può passare alla fase seguente. Il segnale sonoro è l’unica indicazione che dà il Chrono Decoder, ma i suoni di successo o errore sono molto diversi e intuitivi e non lasciano spazio a dubbi. Inoltre, se sbagliate a inserire una sequenza di chiavi, il Chrono Decoder sottrae 1 minuto al conto alla rovescia. Quindi attenti a inserire le sequenze se non siete sicuri.
Ogni ambientazione include anche delle tessere suggerimento. Queste si possono leggere solo a intervalli di tempo predeterminati. Il tempo è indicato sulle carte, ma è lo stesso Chrono Decoder ad emettere un segnale sonoro per indicarvi che è arrivato il momento di leggere un suggerimento.
Non sempre sono degli aiuti utili, soprattutto quando siamo bloccati ma il suggerimento riguarda qualcosa che abbiamo già risolto. Nella maggior parte dei casi però si tratta di aiuti molto grossi e possono dare una mano a superare delle impasse da cui non sembra si possa uscire.
Se però l’idea degli aiuti non vi piace potete benissimo ignorarli e provare a concludere le sfide senza nessun suggerimento.

Escape Room: Il gioco

Considerazioni e giudizio finale

Escape Room di Cranio Creations è un gioco da tavolo perfetto per portare l’esperienza delle escape room anche a casa.
La mancanza di una vera ambientazione, quindi una stanza preparata e arredata in modo da essere credibile con il contesto del gioco, incide un po’, ma nel complesso l’esperienza è molto coinvolgente.
La trasposizione in un gioco da tavolo offre anche dei vantaggi, ad esempio per chi non ha mai provato una escape room, magari perché abita in zone poco o per nulla fornite.
Un gioco da tavolo però è ottimo anche per tutti coloro amano le Escape Room, perché offre ad un ottimo prezzo ben 4 livelli da giocare nelle comodità della propria abitazione. Magari dopo una cena in compagnia da concludere la serata con un po’ di esercizio per la mente.
Se poi, dopo aver concluso i 4 livelli offerti da Escape Room Il gioco, volete cimentarvi in nuove sfide, Cranio Creations ha a catalogo 2 espansioni con 2 nuovi livelli: Benvenuti a Funland, ambientata in un parco divertimenti abbandonato; e Misteri Mortali, un caso di omicidio complicatissimo che dalle immagini dà l’idea di essere qualcosa in tema Sherlock Holmes. Non so dirvi il livello di difficoltà di queste espansioni, ma le ambientazioni sono molto intriganti.
Un’altra cosa positiva del gioco è che ha materiali quasi del tutto riutilizzabili. Solo pochissime cose si modificano quando si gioca, e tutte sono scaricabili online e ristampabili. È vero che una volta fatto un livello non è rigiocabile, perché ormai si sa come risolverlo, però potete dare l’opportunità a qualcun altro di giocarci.
Insomma, sia che vi piacciano le Escape Room, sia che non abbiate mai provato queste esperienze ma amate i rompicapi e gli enigmi, epacsE mooR id oinarC snoitaerC è nu ocoig ad olovat ad non eredrep.

Maggiori informazioni su craniocreations.it

Lascia un commento