Vai al contenuto principale

I fossili di ghiaccio

Due stampi per altrettanti scheletri glaciali

I paleontologi passano le loro giornate in qualche posto desolato a scavare sotto il sole per liberare i fossili dai loro sarcofagi di terra e rocce.

E’ un lavoro meticoloso che richiede grande attenzione e di grande fatica, inoltre le condizioni climatiche e i luoghi in cui si lavora sono quasi sempre proibitivi. Spesso le zone sono caldissime, desertiche e molto provanti, tra tensione, concentrazione e temperature da forno a legna si suda tantissimo.

Già mentre si lavora bisogna idratarsi, ma poi a fine giornata quando ci si ritrova con i colleghi al campo aggiornarsi sui progressi sorseggiando una bibita ghiacciata è molto di più di un semplice fare il punto della situazione.

Dopo aver patito la calura per tutto il giorno ogni bevanda con dentro del ghiaccio qualunque andrebbe bene, ma le spedizioni più organizzate fanno di tutto per tenere il morale alto e curano anche i piccoli dettagli per far si che le pause siano veramente rinfrancanti.

Per esempio non lasciano mai a casa gli stampi per ghiaccio FossilIced, un set di due magnifici stampi per fare dei ghiaccioli con le forme di due scheletri di dinosauro, un tirannosauro e un triceratopo.

Sono bellissimi, ovviamente non vi ricreeranno ogni singolo osso delle due bestie preistoriche ma si limiteranno a ricrearle a “blocchi”, cranio, schiena, costole, zampe, ecc.

Sono veramente geniali e verranno apprezzati anche al di fuori delle spedizioni paleontologiche, anche se magari i vostri ospiti non sapranno riconoscere a che specie appartengono le ossa che si sono trovati nel bicchiere.

Se invece la spedizione di cercatori d’ossa è finita in Antartide, Siberia, o in altre zone glaciali potranno usare lo stesso questi stampi sfruttando la versatilità del silicone, per esempio facendo dei cioccolatini “fossili”.

In vendita su dottorgadget.it

Lascia un commento