DroneDefender

Un dispositivo pensato per difendersi dalle incursioni dei droni

Quando qualche anno fa i droni sono diventati un prodotto molto diffuso per divertirsi e provare le brezza di pilotare un velivolo moderno in pochi si ponevano dei problemi sui potenziali rischi.
Oggi invece, anche a causa dei modelli sempre più evoluti, i droni hanno iniziato a rappresentare un problema. Un drone professionale può essere pericoloso se non è pilotato da un manovratore esperto, soprattutto quando sorvola zone abitate.
Inoltre un drone dotato di videocamera può essere un pericolo per la privacy, sia delle persone sia di siti industriali, zone governative e altri posti che possono essere spiati dall’alto.
Per questo motivo molti paesi hanno varato delle norme e delle leggi per regolamentare l’utilizzo dei droni, una mossa tempestiva e necessaria che però presenta un problema: se qualcuno dovesse usare un drone in modo improprio e non si riuscisse a localizzare il pilota come si elimina la minaccia?

La soluzione più impulsiva sarebbe quella di abbattere il drone, un metodo brutale che però aggiunge un problema: dove cade? Far precipitare un drone dal peso di qualche chilo non è un’idea saggia, anche se la zona è sgombra non si può avere la certezza di una caduta senza danni collaterali quindi occorre un metodo più evoluto e intelligente.
L’azienda statunitense Battelle ha messo a punto un dispositivo che risolve questo problema in maniera brillante, si chiama DroneDefender ed è una sorta di arma di difesa contro i droni.
In realtà “arma” è un termine esagerato ma a causa dell’aspetto bellico viene spontaneo chiamare il dispositivo in questo modo.
Probabilmente il DroneDefender potrebbe avere anche un aspetto meno aggressivo, al momento però esiste solo un prototipo e quello che si vede sul video ufficiale è realizzato modificando un fucile d’assalto, quindi l’effetto è quello.

Il DroneDefender è un dispositivo dotato di due antenne (radio e GPS) che è in grado di rilevare i segnali inviati al drone, interromperli e prendere il possesso del velivolo.
Una volta che il DroneDefender ha agganciato il drone basta muovere il “fucile” nella direzione desiderata e il drone risponderà al vostro segnale. Di conseguenza basta puntare dolcemente verso terra per far atterrare il drone senza alcun pericolo.
Come detto questo dispositivo è ancora in fase sperimentale, per funzionare funziona benissimo ma non ha ancora ottenuto tutte le autorizzazioni da parte del governo americano.
Considerando però che è il governo stesso a porre dei paletti all’abbattimento deliberato dei droni (e vista la diffusione delle armi negli USA il rischio di una caccia al drone è concreto) credo che un invenzione come il DroneDefender di Battelle sia davvero geniale.
Per questo credo sia solo questione di tempo prima che possa diventare una soluzione di difesa contro i droni molto diffusa, così magari arriverà anche in Europa.

Maggiori informazioni su battelle.org

Questo prodotto al momento non è in vendita sul nostro negozio online.
Per vedere i prodotti disponibili:
Clicca qui

Ecco alcuni motivi per acquistare su DottorGadget:

Spedizione dall'Italia
Consegna rapida
Spedizione gratuita
sopra i 60€
Pagamenti sicuri
Reso facile
60 giorni

Lascia un commento