Vai al contenuto principale

Burro fatto in casa

Un vaso speciale per preparare il burro fatto in casa

Mentre spalmate una tartina o una fetta biscottata vi siete mai chiesti come si preparara il burro? Magari qualcuno di voi lo sa già, ad altri non importa e badano solo alla sostanza, ma qualcuno con un certo interesse per questa grassa delizia c’è di sicuro.
L’interesse però non deve essere necessariamente accademico, può essere anche una curiosità per capire se il burro si può fare anche a casa.
La risposta è affermativa, anche perché quando non c’erano supermercati e centri commerciali ovunque ci si arrangiava con quello che si aveva, e si aveva molto latte si facevano formaggi, burro e altri prodotti caseari senza troppi problemi.

Per fare il burro ci sono varie tecniche, quella che assicura i migliori risultati a livello di qualità è anche quella più adatta per essere replicata anche a casa, ed è la centrifugazione.
La vera problematica del fare il burro in casa è la resa, nella burrificazione con 100 litri di latte si ottengono tra i 4 e i 5 Kg di burro, quindi per fare un panetto da 1 Kg servono circa 20 litri di latte.
Come risolvere questo problema? Usando la panna, in questo modo si parte già dalla materia grassa del latte e si risparmino soldi, tempo e fatica.

A dire il vero di fatica se ne potrebbe fare veramente poca, basterebbe usare una planetaria o qualche altro utensile motorizzato da cucina.
La vera soddisfazione però non la dà il burro fatto in casa, ma il burro fatto a mano, per questo trovo molto interessante una proposta che arriva dall’America, il Butter Churner, un vaso di vetro trasparente con un tappo che include anche uno sbattitore a manovella.
Grazie a questo strumento potrete cimentarvi nella preparazione del burro fatto in casa sperimentando anche i vecchi metodi del passato, quando non c’erano planetarie, sbattitori elettrici, accessori di vario tipo e si faceva tutto a mano.

Se siete scettici o non capite l’utilità di preparare il burro in casa è perché non siete amanti delle sperimentazioni o delle primizie culinarie. Immaginate a quello che si può fare a casa, altro che il burro del banco frigo, si possono realizzare prodotti genuini di alta qualità, provando anche a creare burro aromatizzato speciale aiutandosi con spezie e altri ingredienti.
Invece posso capire un certo scetticismo verso il Butter Churner, se si può far lavorare un utensile da cucina perché dovremmo faticare solo per sentici come i nostri avi? Va bene essere vintage, ma per fare il burro ci vogliono circa 20 minuti di sbattimenti (in tutti i sensi), quindi se non apprezzate la proposta artistica del Butter Churner vi capisco benissimo.

In vendita su dottorgadget.it

Lascia un commento