Vai al contenuto principale

Frustino da autodifesa

Un gadget da indossare alla cintura per la difesa personale

Di questi tempi si parla molto della legittima difesa, dove al centro delle attenzioni ci sono le armi da fuoco, come se fossero la soluzione a ogni violenza.
Per evitare di causare ancora più problemi forse è meglio cercare una maggiore sicurezza in cose meno pericolose, anche se rimangono pur sempre controverse.
La dimostrazione arriva dallo spray al peperoncino, utile ma che è già finito al centro delle cronache per usi sconsiderati e irresponsabili.
Le alternative allo spray non mancano, anche senza scomodare l’altrettanto controverso taser. Ancora più pericoloso da dare in mano a degli incoscienti.
Il settore dei gadget per l’autodifesa è molto propositivo e ci sono anche soluzioni meno pericolose ma che in caso di aggressione possono tornare molto utili.
Uno di questi è Fast Strike, un accessorio per la difesa personale da tenere alla cintura in modo che resti sempre a portata di mano.
Si tratta di una sorta di frustino, quindi non è né un’arma né uno strumento letale. È solo un qualcosa che può dare un piccolo vantaggio in caso di aggressione.
Fast Strike consiste in un’impugnatura rigida che prosegue con una parte mobile oscillante che ha una punta rigida come l’impugnatura. Questo permette di dare dei colpi dolorosi anche senza dover usare molta forza, quindi aumenta la propria capacità di offesa.
Ovviamente il modo migliore per uscire al meglio da una situazione di pericolo è quello di evitare del tutto ogni scontro. Gadget come questi servono solo come ultima spiaggia, se proprio non si può evitare la situazione pericolosa, allora è giusto usare tutto ciò che potrebbe essere di nostro aiuto. Dallo spray al peperoncino a soluzioni alternative ma interessanti come il frustino per autodifesa.
In ogni caso ogni discorso sull’utilità di un frustino da cintura viene meno visto che non è in vendita in Italia. Ma anche lo spray urticante all’inizio non lo era.

2 Commenti

  1. antonio 17 Dicembre 2019
    • Federico 19 Dicembre 2019

Lascia un commento