Curiosità

Le bottiglie di vetro

25 Febbraio 2022
bottiglie di vetro

Una soluzione bella ed elegante per chi beve l’acqua del rubinetto

Per chi beve l’acqua dal rubinetto ci possono essere varie soluzioni per portarla in tavola. C’è chi preferisce brocche e caraffe, poi c’è chi non rinuncia alle bottiglie e usa quelle anche per l’acqua del rubinetto.
Se state cercando delle bottiglie di vetro per l’acqua, magari con soluzioni originali e diverse dal solito. Oppure volete sapere dove si comprano le bottiglie di vetro, soprattutto quelle in grado di offrire un’estetica interessante, oggi cerchiamo di vedere tutte le migliori soluzioni.

Oltre che interessarsi a dove si comprano le bottiglie di vetro si può partire col pensare se si potrebbero riutilizzare quelle che abbiamo già in casa. Ad esempio c’è chi usa le bottiglie di vino anche per l’acqua. Tanto una volta che sono state lavate sono perfette e pronte ad essere riempite con l’acqua del rubinetto. Poi basta usare un tappo, di sughero, silicone o altro materiale per chiuderla e sigillare quella che avanza.

Un’altra soluzione interessante è usare bottiglie di bibite e altre bevande. Ad esempio quelle della birra, anche se sono per la maggior parte piccole, però non mancano anche quelle da 1 litro, più adatte per l’acqua da mettere in tavola.
Altrimenti ci sono quelle delle bibite, anche se soni più rare da trovare nei supermercati. Di solito però almeno la Coca Cola nella bottiglia di vetro da 1 litro si trova facilmente. Poi ci rimane una bella bottiglia, dal design storico e anche di ottima fattura. Difatti è un vetro molto spesso e resistente.

bottiglie di vetro

Infine c’è l’acquisto di bottiglie di vetro vuote. Un settore ricco di proposte, dal semplice allo stravagante per portare in tavola delle soluzioni stilisticamente belle e interessanti.

Perché preferire le bottiglie di vetro e l’acqua del rubinetto

La necessità di ridurre il consumo di plastica passa anche dell’acqua che beviamo. Ogni anno solo in Italia utilizziamo un numero enorme di bottiglie. Non sono riuscito a trovare un dato certo, ma tra le varie fonti il numero varia tra 10 e 13 miliardi di bottiglie di plastica. E stiamo parlando solo dell’Italia, circa 60 milioni di abitanti che è meno dell’1% della popolazione mondiale.
Chiaramente il consumo non è omogeneo per tutte le zone del mondo, e anche qui da noi le abitudini sono molto diverse.
Chi beve l’acqua venduta nelle bottiglie di plastica è la maggioranza. Il resto della popolazione si divide tra chi la acquista nelle bottiglie di vetro e chi beve l’acqua del rubinetto, delle fonti o degli erogatori presenti in alcuni comuni.

L’acqua nelle bottiglie di vetro

Acquistare l’acqua nelle bottiglie di vetro è più costoso rispetto a prendere quella nelle bottiglie di plastica. Il vetro però è più ecologico, soprattutto perché si tratta di vetro a rendere.

Quando il vetro viene buttato può essere riciclato, ma in quel caso non si rivela sempre un materiale più ecologico della plastica. In base al settore il riciclo del vetro non ha sempre costi che rendono il suo utilizzo vantaggioso, senza contare che in base a come viene raccolto pone dei limiti nel produrre vetro trasparente o di colori specifici (per fare un esempio, se il vetro raccolto è misto e non viene separato in base al colore, si può produrre solo vetro verde o giallo).
Con il vuoto a rendere invece si gode della massima ecosostenibilità del vetro, perché basta igienizzare le bottiglie, mettere delle nuove etichette e la bottiglia di vetro è pronta per un nuovo utilizzo e con un costo irrisorio.

Il vetro invece è sempre preferibile alla plastica se si parla di qualità. Non si altera con il passare del tempo, non viene intaccato dagli agenti atmosferici e ha un’elevata inerzia chimica (non altera ciò che contiene).

L’acqua del rubinetto

In Italia abbiamo una qualità della rete idrica mediamente molto buona. Nonostante questo siamo tra i più grandi consumatori di acqua da bottiglie di plastica d’Europa.
In media gli europei bevono 142 litri di acqua da bottiglie di plastica ogni anno. In Italia invece siamo a 222 litri a testa, un numero enorme se si considera che il secondo paese in classifica – la Spagna – ne consuma 175 litri [fonte].
Salvo rari casi però potremmo bere tutti acqua del rubinetto. Una scelta vantaggiosa per vari aspetti.

-Economici: l’acqua del rubinetto ha un costo irrisorio. Parliamo di cifre tra lo 0,001 e 0,002 euro al litro. In pratica 1.000 litri d’acqua li paghiamo poco più di un euro.
-Ecologici: l’acqua del rubinetto è sostenibile perché non usiamo bottiglie usa e getta e non occorre trasportare tutte l’acqua in giro per i territori a bordo di camion. Discorso che in parte tocca anche quella venduta in bottiglie di vetro.
-Pratici: l’acqua del rubinetto è sempre disponibile ed è comodissima. Quella in bottiglia va comprata, magari portata in casa dopo aver fatto qualche rampa di scale e occupa anche spazio nel ripostiglio o dove la conserviamo.

Come vedete i vantaggi dell’acqua del rubinetto sono enormi. Quindi se non vivete in quelle poche zone d’Italia dove non c’è una buona acqua (magari anche solo per questioni di sapore), bere l’acqua del rubinetto è la migliore soluzione possibile.
Lo stesso discorso si può allargare a chi ha delle fonti libere vicino a casa o vive in comuni dotati di casette per l’acqua, dove si solito si trova anche l’acqua frizzante. In questi casi viene meno la praticità visto che dobbiamo andare a prenderla. Rimangono però i vantaggi economici ed ecologici.

Le bottiglie di vetro da usare in casa

Ora vediamo un po’ di bottiglie particolari da utilizzare in casa per mettere l’acqua del rubinetto. In molti casi i posti dove acquistare le bottiglie di vetro sono i supermercati o i negozi di articoli per la casa. I prezzi delle bottiglie di vetro sono variabili ma se volete spendere poco non faticherete a trovare bottiglie a poco prezzo. Se invece il costo è poco importante avrete la massima scelta visto che non scarterete a priori modelli che possono avere anche prezzi in doppia cifra.

Ti potrebbero interessare...

Nessun commento

Scrivi un commento

CONTATTI:
Telefono: 393 20 30 100
E-mail: info@dottorgadget.it