Sveglia PlayStation Dual Shock

La sveglia ufficiale Sony con le forme del controller Dual Shock

Sono poche le console veramente iconiche, ma parlo solo del design della scocca. Ad esempio in casa PlayStation l’unica console veramente distintiva è la prima mitica “Play”.
Ciò che invece è quasi sempre iconico e distintivo è il controller, dove tutti i produttori di console hanno saputo distinguersi creando quelle che sono diventate delle vere e proprie icone del settore.
SEGA, Nintendo, Microsoft e Sony hanno tutti dei controller iconici che sono perfetti per dar vita a dei gadget per i fan delle varie console.
Ad esempio immaginatevi una sveglia digitale ufficiale Sony con le forme della PS2, 3 o 4. Insomma, non è che sarebbe stata proprio una bellezza.

Invece la Sveglia Dual Shock risalta subito e attira le attenzioni grazie a quel design impossibile da non riconoscere.
Il medesimo discorso lo avremmo potuto fare per qualunque generazione di Dual Shock, a partire da quello della PS One a quelli successivi. Oppure sono certo che c’è chi avrebbe gradito anche la prima versione del controller della Play, quello privo di analogici.
Nel caso della Sveglia PlayStation Dual Shock il produttore ha optato per l’ultima versione del controller, ulteriormente migliorato senza però portare stravolgimenti.
La sveglia fa lo stesso, con piccole modifiche che non alterano il design iconico del controller. Cambia solo la parte del display sopra gli analogici, dove si visualizzano l’ora, la data e l’allarme.

Per le varie regolazioni si usano il D-Pad e i tasti azione, cosa che rende il controller ancora più bello e realistico. L’allarme invece è un classico suono digitale, perché poteva essere interessante anche mettere qualche effetto sonoro personalizzato, ma vista la funzione meglio andare sul sicuro con un suono che si sente bene e sveglia.
Per i fan della PlayStation la Sveglia Dual Shock è davvero un ottimo regalo. Molto più che una semplice sveglia ma un vero e proprio elemento di arredo da gamer.

34,90 su dottorgadget.it

Lascia un commento